Digita qui per ottenere risultati di ricerca!

Chubby and the Gang in Italia per la prima volta ad aprile

The Guardian ha definito il loro album di debutto «l’evoluzione del punk – un pizzico di pub rock, la gloriosa anarchia del 1977, un tocco di hardcore – e fonde tutto insieme per creare qualcosa di simile a come sarebbero potuti essere gli immortali Ramones se si fossero trovati a Uxbridge Road, West London anziché al CBGB’s di New York». Con questo ottimo biglietto da visita per gli appassionati di un certo tipo di sound, i Chubby and the Gang sono pronti ad infuocare l’Italia per la prima volta con tre tappe: mercoledì 6 aprile 2022 al Legend Club di Milano, giovedì 7 aprile al MONK di Roma e venerdì 8 aprile al Locomotiv Club di Bologna. I biglietti saranno disponibili dalle 11 di mercoledì 1° settembre sui circuiti Ticketone e Vivaticket (Milano e Bologna) e Dice (Roma). Per accedere al concerto bolognese sarà necessaria la tessera AICS.

Composti da musicisti provenienti dalla fiorente ma trascurata scena hardcore britannica (The Chisel, Big Cheese e molti altri), i Chubby and the Gang combinano velocità ed energia con una miscela di sonorità pop anni '50. Il risultato è un'interpretazione pungente dei vecchi generi più melodici da cui deriva il punk, masticati e risputati fuori maciullati ma rivitalizzati. La formazione guidata da Charlie Manning Walker (alias Chubby Charles) e sostenuta da Tom 'Razor' Hardwick, Meg Brooks Mills, Ethan Stahl e Joe McMahon (the Gang) racconta storie della Londra moderna. La maggior parte dei membri del quintetto lavora nel commercio o nell’artigianato, di conseguenza le loro canzoni sono davvero politiche, e non solo per moda. Accanto ai classici temi del rock and roll, i testi di Charlie parlano di diritti dei lavoratori, disuguaglianza, brutalità della polizia, fallimento dei governi e gentrificazione - questioni intrinseche nel tessuto sociale del Regno Unito e ancora più amplificate nella capitale inglese. Nonostante queste fonti di ispirazione caotiche, la musica dei Chubby and the Gang è semplice e accessibile per una band hardcore. L’album di debutto Speed​​Kills – prodotto da Jonah Falco dei Fucked Up e pubblicato per la prima volta nel gennaio 2020 dall'etichetta britannica DIY Static Shock – si è fatto strada nella scena hardcore locale e poi attraverso l'Atlantico, dove è stato accolto da una valanga di consensi di critica da testate come Pitchfork e Rolling Stone. È uno strano scherzo del destino che quasi tutto questo sia successo durante la pandemia, che ha impedito alla band di suonare dal vivo e di interagire col suo pubblico. La situazione è destinata a cambiare con la pubblicazione del secondo album The Mutt's Nuts prevista per domani, 27 agosto, su etichetta Partisan Records, e il tour che arriverà anche in Italia.

Tags

Below Post Ad