Digita qui per ottenere risultati di ricerca!

REJECTO: liriche e metriche contro il sistema


Un bell’ascolto che vorremmo sottolineare per quel che possibile. Si intitola “Prima, durante e… dopo?” il primo disco di un artista che si presenta con un moniker ed un logo. Lui è REJECTO, senza volto e senza coordinate anagrafiche che tanto non importa. Importano invece queste liriche dentro trame hip hop e rap decisamente americane, prive di appiglio allo smielato pop italiano edulcorato e, se vogliamo, anche depauperato della sua storia. Qui siamo dentro le belle produzioni internazionali a firma di un italiano che non ci sta a restare in silenzio e, secondo lui sempre, è doveroso alzare la voce contro un quadro clinico della verità assai critico e disperato. Dalla politica al covid, dalle abitudini al grande mercato. Non la manda a dire e tutto questo sa anche farlo con gusto estetico.

Benvenuto. Grande coraggio per bruciare tutte le maschere. Eppure la società si basa ormai sulle maschere… probabilmente anche fare le interviste è un po’ come mettere le maschere non trovi?
Grazie per il benvenuto, quindi se fare le interviste (come affermi) è come mettersi una maschera, tu chi saresti Lester Bangs o Goldoni? (sorrido...). Comunque sì, siamo tutti dei guitti e servitori di due e più padroni, come Me e Te.

Che poi di te non conosciamo altro che un logo e un moniker… non è anche questa una maschera?
Dipende se ti interessa la musica (e quella la conosci) e il musicista o se ti interessa sapere se copulo con... Signorini, e questo non ha attinenza con la musica.

In “Lezioni di economia” penso ci sia tutto (o quasi) di questo disco. Giochi anche molto intelligentemente con i video dei vari singoli usciti. Un lavoro davvero importante: a chi è rivolto? Di certo non al mero consumo discografico…
Grazie, non gioco, anzi, ci ho rimesso soldi, tempo, sangue, sperma e sudore (come cantava una posse anni fa). È rivolto al pubblico e se riuscissi ad andare in pari, non sarebbe male. Ma la tv è pura merda in box e non passerà Rejecto così facilmente... tantomeno i network e tutti quelli che hanno aderito alla propaganda. Fanno tanto per sedarci ed uniformarci e poi mettono in palinsesto Rejecto? Ne riparliamo quando l'economia degli italiani (non quella dell'Italia, che è stata già formalmente ceduta anni or sono) sarà a pezzi.

Ormai è uscito da qualche tempo… per i tempi di oggi parliamo ormai al passato. Pensi sia accaduto quel che doveva? Ormai la grande comunicazione non presta attenzione ad altro che non sia “convenientemente” famoso. Dunque è inevitabile che un disco simile non potesse approdare al main stream. Sei d’accordo? Te lo aspettavi?
L'album è uscito il 15 gennaio, ti sembra un passato così remoto? Sono "ostico e anche agnostico" biascicava Sacchi a proposito di un incontro di calcio. Quindi che non stia in cima alle classifiche non è uno scandalo. Lo scandalo è forse tutto il resto...

Eh si, per i tempi discografici di oggi, il 15 Gennaio è già un passato remoto. E con questo non significa che noi si è d’accordo anzi… ma tornando al disco: hai pensato di dargli anche una voce in streaming come ormai accade spesso? Un evento, un momento live, qualcosa…?
Sì, ho pensato ad un seguito, in molte forme, se prima non mi ammazzano. Pensare che sembro un hater invece vi amo tutti anche Bill Gates, Mengele, Soros, il Papa... (rido a denti stretti).

Tags

Below Post Ad