Digita qui per ottenere risultati di ricerca!

Giovanni Margarone: il saggio "2020 Il mondo si è fermato - Ci avrà insegnato qualcosa?"

L’incertezza per il futuro, mille voci discordanti che ci hanno bombardato giorno dopo giorno, la paura, il dolore sono solo alcuni degli aspetti che hanno caratterizzato il 2020 dall’inizio della pandemia e che vengono affrontati con mente analitica ma profondamente umana dallo scrittore Giovanni Margarone in questo saggio in uscita su Amazon dal titolo 2020 Il mondo si è fermato - Ci avrà insegnato qualcosa?

Il mondo è confuso, per ora non si sa quando e come, torneremo alla normalità. Quella normalità che avevamo sempre dato per scontata, quel modo di essere senza divieti e costrizioni, in cui potevamo esprimere la nostra socialità, liberi di muoverci da un continente all’altro. 

Tuttavia, sempre comunque pensando a chi ha perso la vita o ha sofferto in questa pandemia, lo scrittore Giovanni Margarone ha voluto cogliere un’opportunità che questo periodo forse ci ha dato: quella di riflettere, guardando noi stessi come fossimo davanti a uno specchio e pensando al mondo, spesso ignorato, che ci circonda, chiusi nelle nostre case durante i lockdown.

“Personalmente, - ha dichiarato l’autore - quest’anno mi ha consentito di pensare molto, facendo riferimento sovente al momento attuale e alla realtà in cui viviamo. Così appuntavo i miei pensieri, che poi pubblicavo su un blog letterario, data la mia attività di scrittore, editorialista e recensore. Idee a sfondo filosofico, letterario, storico, sociologico e non solo, scritte prima, durante e dopo i lockdown. E quei pensieri messi su carta, che talvolta erano per me vere emozioni, li ho poi raccolti essendomi balenata l’idea di realizzare questo breve, ma intenso, saggio che adesso propongo a voi lettori. Il rischio dei saggi, essendo contenitori di idee ed opinioni, è quello comunque di non vedersi d’accordo con alcuni, ma è normale: nulla è più umano della libertà di pensare ciò che si vuole, di esprimere una propria opinione, perché ciò è una delle libertà più grandi che abbiamo e che dobbiamo gelosamente conservare e difendere ad ogni costo, sempre”.

Tags

Below Post Ad