Digita qui per ottenere risultati di ricerca!

Simonluca: "La musica per me è un modo di raccontare me stesso"

SIMONLUCA torna con “IL VASO DI PANDORA”, terzo brano inedito dell’artista milanese. Prodotto da Valerio Tufò e Andrea DB Debernardi, che si è anche occupato del mixaggio e del mastering, il brano è stato scritto da questi ultimi insieme a Simonluca e a Valentina Caria. Lo abbiamo intervistato per saperne di più.

Chi è Simonluca.
Ciao, sono Simonluca Peluso cantautore milanese classe ’92 . Sono gemelli e mi piace molto conoscere nuove persone e confrontarmi con loro, creo musica da ormai più di 7 anni, e ho capito che con essa scopro, ogni giorno, qualcosa in più di me stesso, ogni brano racconta le mie emozioni ed esperienze spero che la mia musica possa portare felicità e aiutare gli altri.

Come hai scoperto di voler diventare un cantautore? Chi sono stati i tuoi mentori in musica?
Fin da piccolo grazie a determinate scelte sono stato avvicinato all’arte e alla musica, facevo falegnameria, facevo sculture, ho imparato a cucire e già dalle elementari suonavo il flauto traverso ho esperimentato vari strumenti musicali ma mai approfonditi quanto il canto che nel 2012 ho esplorato grazie alla conoscenza di un nuovo amico e nel 2013 ho scritto le mie prime canzoni che mi hanno portato dove sono adesso, in un percorso da cantautore.
Nella mia vita ho ascoltato un sacco di musica differente in base penso anche al punto di vita in cui ero da Battiato agli Articolo 31, Tiziano Ferro, Francesco Renga, Le Vibrazioni, Jamiroquei fino a Maluma, Bad Bunny e molti altri.

Che cos’è la musica per Simonluca?
La musica per me è un modo di raccontare me stesso e quindi anche capirmi, e delle volte magari anche un modo divertente per intercalarsi in qualche parte recitativa per me le mie canzoni oltre ad aiutare le persone che le ascoltano aiutano anche me a capire me stesso e a crescere, quindi e una parte fondamentale di me stesso.

“Il vaso di Pandora” è il tuo nuovo singolo. Com’è nato?
La canzone “Il Vaso Di Pandora” nasce dalla collaborazione ormai consueta tra me e Valerio Tufo e Andrea Debernardi nel team però in questo brano si è aggiunta una nuova figura che è Valentina Caria la quale ha dato un grosso aiuto a quello che è la scrittura del brano; in questo brano si parla di come danziamo da sempre con i mali fuori usciti da esso e che dobbiamo confidare nella speranza per superarli e non lasciarci abbattere da essi.

È l’anticipazione di un album? Quando uscirà?
Si sicuramente questi tre inediti usciti dall’1 Maggio del 2019 ad ora faranno parte del mio secondo CD del quale ancora non si hanno date di uscita.

Intervista di Barbara Scardilli


Tags

Below Post Ad