Ognibene presenta “Anima bella”: “Una ballad che racconta di insicurezze sul futuro”


“Anima bella” è il nuovo singolo di Ognibene, una canzone delicata come una carezza, dolce e nostalgica, con un testo avvolgente ed un arrangiamento ipnotico a fare da scenografia. Una ballad che racconta di insicurezze sul futuro, della voglia di sentirsi meno soli e di un mare inquieto a fare da triste spettatore.

In occasione dell’uscita del singolo, abbiamo avuto il piacere di intervistare Ognibene.

Ciao Davide, benvenuto. Prima di tutto, cos’è per te la musica?
Grazie. Per me la musica è fonte di tranquillità. Io di base sono ansioso e lunatico, difficile da trattare, ma la musica mi aiuta a stare in equilibrio. Scrivere per me è sempre stata una sorta di psicoanalisi che uso per conoscermi meglio. Quando sono in studio a lavorare mi sento nella mia confort zone dove comunque vada sto sempre bene.

Come è nato il nuovo singolo “Anima bella”?
Questo brano è stato scritto a quattro mani con SIMONE POZZATI e nasce dalla necessità di vedere luce e speranza nel futuro anche se ci troviamo in un periodo che sembra buio pesto.

Quale messaggio vuoi trasmettere con questo brano?
Ci sono situazioni che ci tengono lontani dai nostri affetti, dai luoghi che ci fanno stare bene e dalla nostra normalità. Per superare questi momenti serve stare uniti, cercare consolazione nei piccoli gesti e costruire progetti futuri per i quali lottare.

A chi dedichi questo singolo?
Quando ho lavorato sul brano pensavo alla mia compagna che ha dovuto affrontare un’intera gravidanza lontana dalla sua famiglia e, come lei alle tante persone che hanno sofferto la lontananza in momenti magari anche difficili della propria vita. Ad oggi quando la suono dal vivo non posso che pensare invece a chi sta lasciando la propria casa per scappare dalle bombe.


Sappiamo che sei stato selezionato come Miglior Artista Emiliano Romagnolo al Meeting Music Contest di Rimini dal MEI ed ha vinto una produzione, un tour grazie alla Legge sulla Musica della Regione Emilia-Romagna. Ci racconti questa esperienza?
Io ringrazierò per sempre Giordano Sangiorgi ed il MEI per questa magnifica opportunità. E’ una grande possibilità quella di poter andare a zonzo per l’Italia a suonare, specialmente in un periodo difficile per la musica dal vivo come quello attuale, e sono davvero onorato di essere stato scelto.

Grazie mille per la tua disponibilità, vuoi aggiungere qualcosa per chiudere questa intervista?
Grazie a voi per la magnifica chiaccherata. Mi piacerebbe aggiungere che, per chi vorrà esserci, ci vedremo live in tante città italiane durante questa estate e quindi di rimanere aggiornati sui miei profili Facebook e Instagram. 

Tags

#buttons=(Accetta) #days=(20)

"Questo sito utilizza cookie di Google per erogare i propri servizi e per analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google, unitamente alle metriche sulle prestazioni e sulla sicurezza, per garantire la qualità del servizio, generare statistiche di utilizzo e rilevare e contrastare eventuali abusi." Per saperne di più
Accept !