Digita qui per ottenere risultati di ricerca!

Le iniziative online della Fondazione Inda

La Fondazione Inda riprende la serie di testimonianze e dialoghi del ciclo Antichi pensieri, avviato lo scorso anno con l’obiettivo di far incontrare gli allievi dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico con i protagonisti del teatro di ieri e di domani, registi e interpreti, studiosi, traduttori, intellettuali.

Gli incontri sono introdotti e guidati dal Sovrintendente Antonio Calbi, si tengono a cadenza settimanale, il venerdì pomeriggio alle 18, sono trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della Fondazione Inda e hanno la durata di poco più di un’ora.

Venerdì 22 gennaio, il professore Nicola Cadoni, docente di Latino e Greco, affronterà il tema del teatro secondo il punto di vista di due grandi filosofi: Il dramma di Aristotele e Platone.

Venerdì 29 gennaio, saranno ospiti Roberta Carlotto - già direttrice di Radio Tre e da sempre complice e collaboratrice di Luca Ronconi, erede del lascito artistico e della lezione di uno dei grandi maestri della regia e del teatro del Novecento europeo, responsabile anche del Centro Teatrale Santa Cristina, in Umbria, sede delle prestigiose summer school di specializzazione per attrici e attori, registi e drammaturghi, delle accademie e delle scuole italiane -, insieme a Paola Macchi - già responsabile di produzione del Piccolo Teatro di Milano, direttrice organizzativa del Teatro Eliseo e del Teatro di Roma; oggi al fianco di Monique Veaute, direttrice del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Il tema dell’incontro sarà La trilogia classica di Luca Ronconi al Teatro Greco nel 2002.

Venerdì 5 febbraio, il nuovo approfondimento sarà dedicato all’allestimento delle Troiane di Euripide, diretto dal giovane regista belga Thierry Salmon a Gibellina nell’edizione delle Orestiadi 1988. La studiosa e drammaturga Renata Molinari, per anni al fianco di Franco Quadri nella casa editrici Ubulibri, nonché direttrice della Bottega dello Sguardo, un centro studi e archivio del teatro da lei creato a Bagnacavallo, in Romagna, ripercorrerà il progetto drammaturgico delle Troiane, da lei curato, e spiegherà le ragioni della scelta di farlo recitare nel greco originale. La compositrice e ricercatrice musicale Giovanna Marini, fra le personalità più alte della ricerca musicologica europea, ripercorrerà il lavoro di costruzione dei cori di quell’emozionante allestimento, anche questi in greco antico, interpretato da attrici di diversi paesi europei.

Below Post Ad